Piastrelle o superfici continue? | Roberto Silvestri | Chromatic style

Piastrelle o superfici continue?

Piastrelle o superfici continue?

Negli ultimi anni si sta facendo largo la scelta di sostituire le piastrelle ed eliminare le relative fughe con rivestimenti che consentono di creare una superficie continua, uniforme e che riesce a conferisce all’ambiente un senso di vastità ed omogeneità.

Questi rivestimenti non sono altro che la resina o il microcemento ma attenzione, non sono la stessa cosa, occorre compiere una scelta tra i due; vediamo le principali differenze.

La resina è un materiale sintetico ottenuto con diversi processi di sintesi invece il microcemento è un rivestimento naturale a base cementizia di origine mineraria.
Il microcemento può essere impiegato anche all’esterno, al contrario della resina, anche grazie alla sua resistenza ai raggiUV; resistenza limitata nel tempo invece per la resina, che nonostante la possibiità di impiegare additivi antiUV, a lungo andare cambia colore e può tendere ad ingiallire.

La resina inoltre non è applicabile su tutte le superfici, se intendete coprire un pavimento esistente che presenta danni e scalfiture meglio orientarsi sul microcemento.

Infine il microcemento vanta un’ottima resistenza all’umidità ed è quindi perfetto per i locali bagno, doccie, piatti doccia, bagni turchi; sia per superfici verticali che orizzontali.

La resina di contro è perfetta per realizzare il rivestimento della cucina ed il bancone di lavoro; si possono creare superfici lisce, omogenee e facili da pulire. La resina utilizzata in questo nostro progetto di Roma nello specifico è della Colledani (https://colledani.it/), applicata in modo sapiente ha permesso di ottenere un risultato perfetto.

 

La casa di Yanez a Roma - architettura di Roberto Silvestri

La casa di Yanez a Roma – architettura di Roberto Silvestri

 

In soli 2/3 mm di spessore di questi rivestimenti, che presentano mille finiture e colori, è racchiusa la possibilità di cambiare faccia alle superfici di tutta la casa!

 


No Comments

Post A Comment