Come dev’essere la cucina di una casa? | Roberto Silvestri | Chromatic style

Come dev’essere la cucina di una casa?

Roberto Silvestri Architetto di interni, Ristrutturazione di un a casa per una famiglia a Roma

Come dev’essere la cucina di una casa?

Ci sarebbero molte cose da dire, ma la cosa importante è che sia, oltre ad un ambiente bello, un luogo ERGONOMICO, un luogo cioè costruito intorno alle dimensioni dell’uomo, alle misure che abbiamo, alla nostra altezza, lunghezza delle braccia, capacità di movimento. (per saperne di più sull’ergonomia clicca qui).

Questo perché la cucina è forse l’ambiente della casa che più assomiglia ad una “macchina”, ad un posto cioè in cui si produce qualcosa (il cibo appunto) e quindi deve essere innanzitutto razionale e adatto a svolgere questa funzione, sia che abbiate a disposizione molto spazio e possiate fare una cucina grande (come questa), sia che siate costretti ad averne una piccola ma ben organizzata (come questa).

Sembra una banalità, ma se ci pensate, conoscerete sicuramente persone che hanno il frigo che si apre dalla parte sbagliata, aumentando il rischio che quando prendo qualcosa mi caschi il piatto, oppure la lavastoviglie che non mi fa raggiungere i cassetti se aperta, oppure un lavello d’angolo distante che mi fa faticare ogni volta che apro il rubinetto.

Sono errori da non commettere mai, perché li pagheremo ogni giorno della nostra vita, finché non cambieremo questa cucina. Saranno quelle piccole cose che ci faranno dire che non amiamo cucinare semplicemente perché quando lo facciamo….siamo terribilmente scomodi!!! Come fare quindi per non incappare in errori Ergonomici funzionali quando dobbiamo rifare la nostra cucina?

Ecco cinque consigli fondamentali:
1 – Non innamoratevi MAI di soluzioni astratte ma guardate la stanza che avete e partite da quella, non da una figura su una rivista o su un catalogo.
2 – Sicuramente avete già una cucina: guardate cosa vi sembra corretto e che cosa trovate di sbagliato nella disposizione dei mobili, quello sarà il punto di partenza.
3 – Scrivete un elenco di esigenze REALI, basate sulla vostra esperienza, scriveteli nel modo più freddo possibile senza lasciarvi influenzare dai cuochi che vedete in televisione, pensate a voi!
4 – Fate caso a come vi muovete abitualmente ora, nella cucina attuale. Riflettete sui vostri movimenti perché potete stare tranquilli che non cambierete le vostre abitudini per seguire un arredamento sbagliato.
5 –Affidatevi a qualcuno che non cerchi solo di vendervi qualcosa, ma che ascolti le vostre esigenze e le trasformi in un progetto serio. Una cucina di casa è molto costosa: chi vi aiuta a realizzarla DEVE fare questo.

Infine, un ultimo consiglio, il sesto: seguite i miei video e la mia Pagina Facebook, il mio sito e saprete tutto quello che c’è da sapere per migliorare la propria cucina.


No Comments

Post A Comment