5 consigli per non fare errori nell’acquisto di una casa. | Roberto Silvestri | Chromatic style

5 consigli per non fare errori nell’acquisto di una casa.

5 consigli per acquistare una casa

5 consigli per non fare errori nell’acquisto di una casa.

L’acquisto di una casa è un momento importante della nostra vita. E’ un investimento serio che però può anche essere rischioso se non facciamo attenzione ad alcuni particolari. In questa news vi do alcuni consigli “tecnici” per non commettere errori al momento dell’acquisto, vi spigo cioè che cosa DOVETE controllare PRIMA di concludere la compravendita.

1 – La visura e la planimetria catastale.

L’agenzia immobiliare DEVE darvele entrambi, le più recenti e leggibili. Devono essere quelle ufficiali dell’Agenzia del Territorio con il timbro ufficiale, non altre piante, piantine, disegnini o roba simile. Se il venditore (o l’agenzia) non è in grado di darvela…è un problema abbastanza serio, significa che c’è qualcosa che non va. Cambiate la vostra scelta o rivolgetevi ad un professionista che vi aiuti se vi piace proprio quella casa.

2 – Verificate la casa

Con quella planimetria catastale in mano, verificate che la casa non abbia subito cambiamenti rispetto a quanto segnato in pianta. Potete farlo voi stessi, non è difficile, ma è importantissimo perché altrimenti dovrete essere voi a farla modificare con dei costi aggiuntivi non dovuti. Anche in questo caso, se non siete sicuri, fatevi aiutare da un professionista che potrà controllare con sicurezza. Ma mi raccomando: la planimetria catastale deve essere IDENTICA alla casa al momento dell’acquisto.

3 – Dichiarazioni di conformità degli impianti.

Ogni appartamento DEVE avere le dichiarazioni di conformità degli impianti a gas ed elettrico. Sono obbligatorie. Mentre quelle dell’impianto idrico, di riscaldamento e di condizionamento sono facoltative. Se l’appartamento non le ha, significa che GLI IMPIANTI NON SONO A NORMA e quindi spetterà a voi adeguarli con costi aggiuntivi.

4 – Regolarità edilizia (o conformità urbanistica).

Ogni immobile deve essere REGOLARE dal punto di vista urbanistico per non rischiare sanzioni. Prima dell’acquisto il venditore (o l’agenzia) DEVE dichiararvi la CONFORMITA’ URBANISTICA che non ha niente a che vedere con il catasto. E’ tutt’altra cosa. In altre parole, il venditore deve darvi la documentazione che attesti che l’immobile è regolare dal punto di vista urbanistico (comunale e non catastale) altrimenti dovrete essere voi ad adeguarlo spendendo altri soldi dopo l’acquisto.

5 – Il titolo edilizio.

Se l’immobile è stato costruito dopo il 1967, chiedete al Notaio di specificare il TITOLO EDILIZIO nell’atto, anzi di darvelo prima. E’ il documento che testimonia che quell’immobile può essere abitato. Dal 1967 in poi è obbligatorio, mentre prima non lo era.

Infine un ultimo consiglio.

Comprare una casa implica sempre una spesa significativa, quindi il consiglio finale non può che essere uno:
fatevi aiutare da un architetto che faccia un sopralluogo nell’immobile e verifichi le reali condizioni di “salute” della parte edile e impiantistica. Vi eviterà di avere sorprese, di scoprire a vostre spese eventuali problemi, vi aiuterà a verificare tutto ciò che vi ha detto il venditore. E soprattutto vi aiuterà a comprare una casa, senza avere brutte sorprese dal giorno dopo l’acquisto.

Per qualsiasi chiarimento chiamatemi al numero 3356022861.
Roberto Silvestri


No Comments

Post A Comment