Rinascere dopo un alluvione: l'Hotel Fiume a Genova. Un progetto di Roberto Silvestri Architetto

Un asilo nido a misura di bambino

Descrizione

Forme arrotondate e colori vivaci. L’asilo di Campasso, nella zona di Sampierdarena, appena fuori il centro di Genova, sembra più un parco giochi che una scuola. L’autore del progetto, l’arch. Roberto Silvestri confessa di essersi ispirato al Parco di Pippi Calzelunghe in Svezia, paese particolarmente attento alla progettazione di strutture destinate all’infanzia.

L’asilo di Campasso, inaugurato nel 2014, occupa un’area di 650 metri quadrati. Le esigenze dei piccoli utenti sono state considerate anche nella progettazione degli interni.

“Abbiamo disegnato un grande spazio centrale da utilizzare per le feste – spiega l’architetto Silvestri – e intorno abbiamo sviluppato le aule alle quali si accede da due porte: una ad altezza normale per gli adulti e un’altra più bassa pensata per i bambini. In mezzo alla struttura è stata creata l’area dedicata ai bagni, ripensati per permettere ai più piccoli di muoversi con più libertà. Abbiamo scelto di colorare le pareti con tinte accese che ricordassero il mondo dei cartoni animati”.

Category
Uffici e luoghi di lavoro
Tags
a misura di bimbo, architettura, architettura scuola, asilo, asilo nido, bambini, colori accesi, colori forti, colori vivaci, edilizia scolastica, forme arrotondate, genova, pareti blu, pareti colorate, pareti gialle, pareti rosse, pareti verdi, pareti viola, roberto silvestri, roberto silvestri architetto