La casa di Yanez a Roma, Roberto Silvestri Architetto

La casa di Yanez a Roma

Descrizione

Progettando la casa di Anna e Marco a Roma l’immagine che si presentava nella mia mente era quella della casa di Yanez: il fratello di Sandokan ne I pirati della Malesia di Salgari. Il corsaro aveva una casa che raccoglieva gli oggetti trafugati su navi provenienti da tutto il mondo, mobili, tappeti, libri, lampade, suppellettili e addirittura un organo che componevano un insieme coerente, nonostante le origini più disparate. La descrizione della casa di Yanez de Gomera è un brano straordinario che consiglio a tutti di leggere. Allo stesso modo del rifugio del Pirata, questa casa nel quartiere Monti a Romadoveva raccogliere oggetti, mobili, lampade, elettrodomestici e molto altro che proveniva dalle “precedenti” vite di Anna e Marco e che dovevano trovare in questo spazio la sintesi comune attraverso un tema che fosse in grado di contenerli tutti. Ci troviamo in un palazzo storico, caratterizzato da murature con spessori superiori ai 60 cm che mettono in mostra la pesante statica della costruzione. Lo spazio complessivo era una successione di stanze alle quali mancava un filo comune capace di legarle insieme in una sequenza comprensibile. Occorreva ricostruire una nuova distribuzione capace di rendere chiaro e vivibile lo schema planimetrico della casa e questo obiettivo è stato raggiunto attraverso la costruzione meticolosa dell’elemento principale dello spazio: il “cuore” della casa, il centro pulsante che ogni spazio domestico deve avere. Attraverso un intervento strutturale non banale, che ha portato all’apertura di un grande varco in una muratura da 70 cm di spessore, abbiamo collegato la nuova zona living con la cucina, creando un insieme indissolubile che costituisce il centro che stavamo cercando: il cuore della casa. Da questo spazio, in modo centripeto, nascono gli altri ambienti: la master bedroom costituita dall’insieme di camera, cabina armadi e bagno padronale, le camere di servizio e la camera della figlia in età prescolare. (per altre master bedroom vedi anche i nostri progetti Linee contemporanee per una casa calda, una casa accoglientee Ristrutturare creando spazi fluenti). Anche il terrazzosorge da questo spazio centrale e si sviluppa sul lato opposto degli ambienti privati. (se vuoi altre idee per il tuo terrazzo, guarda anche Creare e arredare un terrazzoe Ristrutturazione di una casa per una famiglia). Il tema architettonico che lega tutti gli ambienti non poteva che essere uno: la storia. Le straordinarie pareti di mattoniesistenti, sono così state messe in evidenza, illuminate, rese protagoniste in contrapposizione con le contropareti spatolate illuminate da led colorati. Il contrasto fra la tecnologia contemporanea e la storia è stato così esteso dagli apparecchi alle murature circostanti, enfatizzandolo e rendendolo ancor più percepibile. (questa antitesi tra storia e contemporaneità è presente anche nella nostra sede a Genova). Lo stesso rapporto di contrasto fra la modernità tecnologica e la tradizione è stato infine ripreso anche nella cucina: un ambiente studiato nei minimi dettagli in strettissima collaborazione con Anna e Marco. Questo ambiente è stato costruito senza utilizzare mobili componibili. Al contrario la cucina è stata costruita interamente in muratura sul posto, rivestita in resina e i piani realizzati in legno a vista e granito di Sardegna. In questo contesto, gli elettrodomestici professionali prodotti da Franke e Steel trasformano lo spazio in un contesto altamente tecnologico in cui si ha la sensazione di trovarsi in una vera e propria “macchina per cucinare” domestica. Non una fredda cucina asettica “da ristorante”, ma un ambiente confortevole ancorché tecnologicamente avanzato. Un luogo in cui l’uomo, attraverso la preparazione del cibo, ritrova il proprio rapporto intimo con la natura.

Category
Case sopra i 100mq
Tags
casa, casa a roma, casa quartiere monti, casa tecnologica, cucina in muratura, cucina in resina, cuore della casa, illuminazione a led, led, master bedroom, mattoni a vista, pareti in mattoni, ristrutturare, ristrutturazione a roma, roberto silvestri architetto, roma, terrazzo, tetto in legno