11 settembre 2017

COLORE E ARCHITETTURA DI INTERNI: come rendere una casa straordinaria con l’uso del colore

Il colore nell’architettura di interni: una cosa meravigliosa! Dimenticate le tonalità di grigio, il “tutto bianco”, le tinte neutre, i colori dai nomi orribili come fango, polvere… e usate i colori! Giallo, verde, rosso, blu… I colori sono l’essenza di ciò che vedono i nostri occhi, sono ciò che desideriamo guardare. Usate i colori che vi piacciono, quelli che vi rendono allegri e sorridenti, non abbiate paura, non ve ne pentirete mai e renderete la vostra casa meno “grigia”. Come ci spiegano i fisici, il colore è la percezione visiva che abbiamo delle cose…quindi sfruttiamolo anche per l’architettura di interni !

Ci sono tre modi per usare il colore nell’architettura di interni:

  1. creare un contenitore “neutro” nel quale evidenziare alcuni elementi colorati
  2. scegliere una tonalità di colore unitario per i nostri ambienti
  3. usare il colore per creare effetti inaspettati

Nel primo caso, il contenitore neutro potrà essere bianco, o di una tonalità molto tenue, mentre gli elementi che vogliamo mettere in risalto avranno colorazioni forti, decise. Colori senza paura, gli stessi colori che ci piacciono quando guardiamo un dipinto, un tramonto, un panorama. Pareti giallemuri verdi, pannelli di varie tonalità…non importa, basta che sia un colore che amiamo, che piace a noi, che ha qualche significato per la nostra vita e che non sia “consigliato” da qualcuno. Otterremo una casa non comune ma personalizzata, allegra, un luogo dove ameremo stare perchè circondati da tinte che ci appartengono. Perché i colori rappresentano noi stessi, il nostro stato d’animo, il nostro modo di essere, il nostro carattere.

Una casa con una vista straordinaria sul monte di Portofino.

Un altro modo di usare il colore nell’architettura di interni è quello di un colore unitario, creare un ambiente che abbia una forte caratteristica cromatica e su questo aggiungere elementi contrastanti o che rappresentino variazioni di tonalità. L’effetto finale sarà più avvolgente e continuo, forse più classico, ma sarà in grado di imprimere alla nostra casa un carattere deciso e inconfondibile. Tutto grazie solamente al colore.

il colore nell'architettura di interni, il giallo

Infine il colore può permetterci di ottenere degli effetti straordinari. Unito alle nuove luci a led, oppure utilizzato come effetto scenografico, può rendere vitali elementi costruttivi che altrimenti potrebbero essere insignificanti. Può creare effetti sfumati su una parete oppure può dare un senso ad un oggetto privo di personalità come un corpo scaldante. La nostra creatività in questo caso diventa l’aspetto essenziale, l’ambito nel quale si vede la nostra capacità di comporre i colori.

camera da letto con luci led colorate

Prima di concludere, un ricordo di qualche anno fa, quando scrissi questo articolo per una rivista.Il titolo era:

“Il colore: una cosa stupenda. E’ il sangue datoci da Dio per animare le cose visive.”

Stavo guardando una partita di calcio quando mi è tornata alla mente questa frase di Le Corbusier pronunciata durante una delle pochissime interviste televisive. La telecamera stava indugiando sulle gradinate dello stadio, queste erano completamente dipinte di rosso, un fiume di colore formato dalle maglie dei sostenitori della squadra. Nei giorni successivi mi sono accorto che, come me, moltissimi amici e colleghi erano rimasti affascinati da quello straordinario spettacolo cromatico: da quella strana forma di architettura dipinta. Insomma il colore uniforme delle gradinate costituiva l’immagine più forte impressa nella mente di chi aveva assistito alla telecronaca della partita. Molto di più delle soluzioni architettoniche dello stadio, delle acrobazie spaziali tridimensionali delle strutture di copertura, delle tecnologie avveniristiche, questo semplice elemento, il colore, era stato in grado di trasmetterci una sensazione del tutto singolare e, per me, indimenticabile.

E la tua casa di che colore è?
Lascia un commento e ne parleremo insieme.

Si parla di: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *